Sussidio alimentare

Delibera n 10 del 28 gennaio 2020 - Trasferimenti risorse statali da destinare a misure urgenti di solidarietà alimentare in relazione alla situazione economica determinatasi per effetto delle conseguenze dell'emergenza epidemiologica da virus covid-19 – approvazione dei criteri e modalità per la concessione dei buoni spesa di cui al d.l. 154/2020 (decreto ristori-ter)

Con voti unanimi, la Giunta Comunale, delibera:

1) di approvare i criteri e le modalità per la concessione di contributi economici, mediante buoni spesa utili per fronteggiare i bisogni di generi alimentari e di prima necessità dei nuclei familiari più esposti agli effetti economici conseguenti all’emergenza derivante dalla contingente epidemia COVID-19,ed in stato di bisogno, nel rispetto di quanto stabilito nell’Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile 29 marzo 2020 n. 658 e trasferiti al Comune di Tarzo con D.L. 154/2020 (Decreto Ristori-ter) come segue:

 - sono ammessi alla concessione dei buoni spesa, previa formale richiesta presentata salvo eccezione in via telematica, le persone appartenenti ad un nucleo familiare residenti a Tarzo , che nei mesi di dicembre 2020 e gennaio 2021 non hanno percepito   alcun reddito/entrata (da stipendio-da indennità di ogni sorta-da lavoro autonomo professionale o da lavoro autonomo nell’esercizio di impresa) o che comunque hanno significatamente avuto una riduzione di reddito/entrate a seguito di riduzione sospensione o cessazione del lavoro dipendente, licenziamento, riduzione, sospensione o cessazione della propria attività professionale o d’impresa o il venir meno di altre indennità.

 

2) di approvare i seguenti requisiti di accesso:

Il richiedente il beneficio per l’intero nucleo familiare deve presentare al Comune idonea richiesta auto certificatoria sul modello messo a disposizione del comune con la quale:

-si dichiari che il nucleo familiare si trova nello stato di necessità;

-si dichiari la media delle entrate del nucleo familiare nei mesi di dicembre 2020 e gennaio 2021 e le dettagliate motivazioni che hanno comportato eventuale riduzione o azzeramento delle entrate nei mesi di riferimento;

-si dichiari qualora sussista, la spesa mensile per l’eventuale locazione dell’ abitazione di residenza del nucleo familiare o eventuale mutuo per la prima casa;

- si dichiari di non detenere, alla data del 31.1.2021, un patrimonio mobiliare complessivo, derivante da qualsiasi tipo di rapporto finanziario (a titolo esemplificativo: conto corrente, depositi, libretti di risparmio, fondi di investimento, titoli di Stato, azioni, ecc.), del nucleo famigliare non superiore ad € 5.000,00 previa presentazione di almeno un ’estratto conto di ogni componente del nucleo familiare maggiorenne al 31.1.2021.

 

3) di stabilire che venga considerato come entrata o reddito teorico massimo pro capite mensile al fine della concessione di eventuali buoni spesa l’importo di euro €. 400,00  

 

4) di stabilire che l’entità del buono spesa una tantum per ciascun nucleo famigliare richiedente sarà per gli importi massimi di seguito indicati:

- 1 componente             €      300     

- 2 componenti              €      500

- 3 componenti              €      700

- 4 o più componenti    €      900

Le domande saranno oggetto di valutazione ad opera dei Servizi Sociali, che determineranno il riconoscimento e l’entità del beneficio. Le domande verranno istruite seguendo l’ordine cronologico di arrivo, facendo riferimento al momento in cui le stesse siano state completate, in caso di richiesta di dei dati soccorso istruttorio.

 

 5) di stabilire che i buoni spesa anche in tagli diversi vengano concessi con decorrenza dal 15.2.2021. La concessione verrà fatta nel limite di disponibilità finanziaria prevista in bilancio e fino ad esaurimento fondi.

 

6) di stabilire che i buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità alimentare daranno possibilità di acquistare esclusivamente presso gli esercizi commerciali del comune di Tarzo come individuati dall’ufficio sociale che si sono dichiarati disponibili .

 

7)  di approvare l’allegato modello A di richiesta.

 

8) i buoni spesa dovranno essere prima del rilascio ai beneficiari registrati in apposito registro con numero progressivo

 

9) di garantire la pubblicazione sul sito istituzionale del comune di Tarzo, nel rispetto della privacy, di tutte le notizie e le informazioni sulla applicazione della presente delibera.

 

10)  di autorizzare il responsabile dell’area sociale a porre in essere immediatamente tutti gli atti necessari ed opportuni per dare attuazione completa ,efficiente ed efficace al presente provvedimento.

 

Quindi, con successiva separata votazione unanime, la presente deliberazione viene dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell’articolo 134 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 (T.U.E.L.), stante l’urgenza di provvedere alla concessione dei buoni pasto.